Tralicci per il trasporto dell'energia elettrica

L’elettricità aumenterà del 40%, una stangata da 247 euro l’anno

Non è un buon momento per i consumatori di energia elettrica questo: lo scorso trimestre la bolletta è aumentata del 20% e le previsioni future sono ancora peggiori. Del resto il ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani, nel corso del convegno “Verso una transizione sociale” di una settimana fa a Genova, ha affermato: «Il prossimo trimestre l’elettricità aumenterà del 40%»

Ma cosa sta succedendo?

L’aumento vertiginoso dei costi nelle bollette della luce dipende dai prezzi delle materie prime, in particolare quello del gas naturale, che sono in costante salita. «Il prezzo del gas a livello internazionale aumenta, succede perché aumenta anche il prezzo della CO2 prodotta», ha spiegato il ministro.

E questo è dovuto alla transizione ecologica, che la maggior parte di noi desidera sia fatta il prima possibile per concretizzare e godere di tutti i benefici che porterà – alla società, all’ambiente – ma che al momento rischia di essere fatta «a spese delle categorie vulnerabili.»

Lampadina elettrica

L’intervento “tampone” ha aiutato ma non basta

Il governo italiano si è mosso per evitare un massiccio aumento dei costi dell’energia già lo scorso primo luglio, con il decreto “Lavoro e imprese”: ha speso infatti 1,2 miliardi di euro per la riduzione degli oneri generali di sistema per il terzo trimestre 2021.

Risultati? L’incremento dei costi nel trimestre, per la famiglia tipo in regime di tutela, è stato “solo” del +15,3% per la bolletta del gas e +9,9% per quella dell’elettricità.

Un provvedimento “tampone” che ha contenuto aumenti nelle bollette che altrimenti sarebbero stati doppi, ma il problema si sta riproponendo anche per il quarto trimestre dell’anno.

Tralicci per il trasporto dell'energia elettrica

È ora di un intervento strutturale

Su questo fatto il ministro Cingolani ha detto «Non possiamo andare a tamponare ogni trimestre, bisogna fare qualcosa di strutturale». Sì perché ci si aspetta che i prezzi delle materie prime aumentino ancora e questo si ripercuoterà inesorabilmente sulle tariffe di luce e gas degli italiani.

L’ARERA (www.arera.it) – l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente – rivedrà i prezzi per l’Italia il prossimo 30 settembre e le previsioni non sono buone. Il governo starebbe elaborando una serie di interventi strutturali, anche a livello fiscale: qualcosa di permanente in grado di dare un sostegno certo e a lungo periodo.

Ipotesi? Uno spostamento degli oneri generali di sistema sulla fiscalità generale: valgono quasi 15 miliardi all’anno, non certo noccioline.

Lampadina elettrica

Un rincaro astronomico

Intanto però l’Unione Nazionale Consumatori ha fatto due conti, arrivando a ipotizzare una “stangata” da 247 euro su base annua per nucleo famigliare. Innalzare i costi alle imprese e alle famiglie con un simile rincaro “astronomico” avrebbe serie conseguenze sulla ripartenza dei consumi, tanto attesi dopo mesi di crisi dovuti alla pandemia da Covid-19 e fondamentali per la ripresa economica dell’intero Bel Paese.

Un problema serio, che si deve risolvere. Come?

Cingolani ha detto: «Decidendo di destinare i proventi delle aste di mercato dei permessi di emissione di CO2 all’abbassamento delle bollette, eliminando gli oneri di sistema oramai superati, come quelli per la messa in sicurezza del nucleare o le agevolazioni tariffarie riconosciute per il settore ferroviario, spostando sulla fiscalità generale gli altri, come gli incentivi alle fonti rinnovabili, che ora invece finiscono in fattura».

Pannelli solari di un impianto fotovoltaico sul tetto di due villette

Fotovoltaico, un investimento che offre sicurezza

Nel mezzo di questa brutta situazione chi ha deciso in passato di investire in un impianto fotovoltaico per la propria abitazione o azienda se la passa con tutta probabilità meglio. Le bollette più care fanno meno paura a chi è in grado di generare e sfruttare energia e calore per i propri bisogni grazie a pannelli solari e batterie di accumulo.

Noi di Elettrica Rogeno siamo pronti ad aiutare chiunque desideri iniziare questo “viaggio” nelle energie rinnovabili e sostenibili, così da essere più “indipendenti” rispetto al mercato (sia tutelato sia libero) e meno sensibili all’aumento degli importi in bolletta.

Per ogni domanda, curiosità o richiesta di preventivo non esitate a contattarci.